venerdì 4 giugno 2010

Colorata, zuccherosa… ma non appiccica!

 

Hariboquesto l’ultimo indizio che vi ho lasciato prima di salutarvi la volta scorsa…

Alcune amiche, particolarmente attente ai miei lavori, hanno capito subito di cosa stavo parlando; non perdo quindi altro tempo in preamboli e risolvo l’enigma per chi ancora non c’è riuscito.

La collana GUMMY BEAR

 20100523-Collana-resina-girocollo-GUMMY-BEAR 

Avete presente quei meravigliosi espositori di schifezze poco sane, ma coloratissime e invitanti, vicino alle casse dei supermercati?

Avete presente quando mentre aspettate di arrivare a pagare, passate in rassegna pacchetto per pacchetto? dalla rotellona di liquerizia alle gommose a forma di bottiglietta di Coca cola… dai coccodrilli gommosi alle bananine zuccherate… dai fruttini di gelatina agli orsetti gommosi…

Orsetti gommosi! chi non li ha assaggiati almeno una volta nella vita? Chi rigirandoli tra le dita, in qualche occasione, non ha quasi sentito rimorso all’idea di papparselo?

collana-GUMMY-BEAR-indossata

Perchè non riproporre gli orsetti gommosi sotto forma di perla in resina?

Perchè non alterarne i colori originali e farli diventare un bijoux pop-bambulto?

20100523-girocollo-GUMMY-BEAR

Ecco quindi la prima GUMMY BEAR… ( per maggiori info sulla collana clicca QUA). La prima perchè probabilmente ne farò seguire altre in altri colori…

La misura degli orsetti è perfetta per colare quei fondi di resina colorata che mi restano sempre quando lavoro; mi piangeva il cuore ogni volta che ne rimaneva un goccino inutilizzato, adesso non butto via proprio nulla!

E ora, qualche indizio per la prossima volta…

-Sara

-Foglia…

-Farfalla…

-tanto tanto LOVE

sono stata veramente buonissima questa volta, non credete?

POST NEL POST

Sulla rivista Capodopera è uscito un articolo su un gruppo Facebook di cui faccio parte: “L’artigianato per i maestri e gli appassionati”.

Questa è la versione per il web, ma dovrebbe presto trovarsi nelle edicole ; trovate l’articolo a pag.39 e 40.

Perchè ve lo dico? Perchè c’è anche una mia foto mentre lavoro!

rivista1 

Ci tengo a fare una precisazione sulla didascalia: passo per scenografa, ma non è così! Ho frequentato l’Accademia di belle arti, nella sezione di scenografia, per tre anni… ma ho mollato gli studi, per una forma di esaurimento e schifamento scolastico…

E ora, visto che è venerdì e chissà come sarà il week end con le pesti in casa, per sicurezza vi dico: passatevela meglio che potete!!!

Love & Joy!!!