lunedì 2 marzo 2015

Piccoli punti di grandi cuori

Sono affascinata dai punti di cuciture e ricami fatti a mano. Quando mi trovo davanti a una creazione handmade, che sia tra le mie mani o semplicemente in una fotografia, mi incanto a guardarli e sento che in ognuno di quei piccoli punti c'è un grande cuore.

Cucendo e ricamando a mano (in effetti i punti delle Girellone non so bene nemmeno io come inquadrarli) posso immaginare la persona che ha realizzato quella tale creazione, mentre lancia i suoi piccoli segni di filo. So che in quell'attimo c'è una silenziosa concentrazione, che la testa e gli occhi sanno il punto esatto in cui deve entrare l'ago e riuscirne. Il respiro è calmo, la mano è ferma.

So che per raggiungere una certa regolarità, ci sono volute ore di tentativi e prove; tutte abbiamo, con dispendio di tempo, capito quanto tendere il filo per raggiungere il risultato desiderato... la distanza tra un punto e l' altro, quale tipologia di filo scegliere, lo spessore, la brillantezza o opacità giuste.
Dettagli che sembrano affidati al caso, ma non lo sono.

In ogni punto che osservo, sento un amore infinito per quello che si sta facendo e so che questo è un valore aggiunto, che purtroppo a moltissime persone sfugge.


Spilla Percee; spilla Ladi Bì; decorazione Nanaif; portamonete Variousof

Potrà sembrare assurdo, ma provo veramente una gran tenerezza osservando questi lavori.


Decorazione Nanaif

Di Nanaif adoro il tratto vagamente irregolare, che aggiunge poetica alle sue creaturine. Non riuscirei a immaginarle con gittate di filo perfette; perderebbero il loro calore.


Lupetto Nanaif - work in progress

Allo stesso tempo, amo la matematica precisione di Lady Bì


Spilla Fenice Lady Bì - dettaglio 

Non posso che rimanere affascinata dall' attenzione messa nel fare questi punti. Immagino la grande concentrazione messa durante questa fase del lavoro.


Spilla Fenice Lady Bì

Per Percee vale lo stesso discorso che ho fatto precedentemente: la voluta irregolarità del tratto aggiunge poetica al lavoro. L'alternanza di punti senza fronzoli, dà all'insieme un effetto vagamente rustico e boho.


Spilla Percee

L'amore di questa artigiana traspare anche dal retro della spilla e dalla cura che ha avuto nel decorarlo.


Spilla Percee

Variousof applica il classico mezzo punto con disegni floreali (chi di noi non ha iniziato da piccola con questo tipo di ricamo?) a dettagli moderni.


Portamonete Variousof

Amo i leggerissimi rilievi dovuti al cambio di colore!
Anche Variousof dedica al retro del suo lavoro un' attenzione particolare, decorando il tessuto con piccoli punti contrastanti.


Portamonete Variousof

Guardando queste creazioni emerge un calore umano incomparabile; un calore che nessun ricamo fatto a macchina potrà mai dare.

Sempre più spesso alle mostre mercato mi capita di imbattermi in espositori che arrivano con la loro bella macchina da cucire collegata al pc; in cinque minuti di orologio ti "ricamano" un bavaglino facendo semplicemente clic sull'interruttore della macchina (nemmeno schiacciano più il pedale della macchina); questo non è artigianato, non è handmade o meglio ancora slow handmade. Non c'è cura e dedizione in questo tipo di produzione... è una versione casalinga di un prodotto industriale.
Non vedo amore in questo tipo di cose, se non quello per il guadagno easy. Ma la cosa che veramente mi rattrista è che molte, moltissime persone ci cascano con tutte le scarpe: non c'è più una vera cultura per le cose fatte a mano e con il cuore.

Davanti a una creazione fatta a mano, cerchiamo di vederne il lato umano che porta con se. Impariamo a dare il giusto valore alle cose che abbiamo davanti agli occhi! Non sono semplici oggetti: hanno vita.

Concludo con i siti di riferimento degli artigiani che ho citato:

Nanaif:

Lady Bì

Percee

Variousof

E i miei 


#slowhandmade